martedì 5 febbraio 2013

Tutte possiamo avere unghie bellissime senza la seduta dall'estetista con le tip..



Ciao ragazze
siccome ho intenzione di mettervi un piccolo tutorial sulla messa delle tip unghie vi volevo parlare prima delle differenti tip che troviamo sul mercato...




Con il termine “nail tips” (in italiano “tip per unghie”) si intendono le forme di unghie da utilizzare nella ricostruzione
delle unghie con tip. Le nail tips sono disponibili in una molteplicità di modelli e misure, veramente per ogni gusto estetico ed esigenza
personale: di colore naturale, trasparente o in tinta unita nella gamma di palette di numerose colorazioni ed anche già pre-disegnate con
decorazioni di ogni tipo. I materiali con cui vengono prodotte le nail tips sono l’ABS e l’acetato.



A cosa servono le nail tips?

Le nail tips servono nella ricostruzione unghie per ricoprire tutta l’unghia da ricostruire in gel, in acrilico o in fiberglass, ma anche
per effettuare degli allungamenti in sculturale delle unghie. L’allungamento armonioso e naturale delle unghie è oggi infatti possibile perché
le nail tip che la tecnologia moderna permette di realizzare sono in plastica forte, flessibile, sottile e durevole.
Le nail tips sono un alleato indispensabile per chi desidera una ricostruzione delle unghie professionale e a regola d’arte, ma anche per chi
è appassionata di decorazioni nail art di ogni genere o semplicemente di una impeccabile french manicure classica.



Nail tips in ABS e in Acetato

Le nail tips di qualità elevata sono tutte prodotte in ABS (Acrylonitrile – Butadine – Styrene): un tipo di plastica che viene sottoposta
a molti cicli di asciugatura prima di essere modellato, e che rende le nail tips più flessibili e sottili ed anche con più capacità di
aderire all’unghia naturale senza creare delle bolle d’aria. Una nail tip in ABS si differenzia da una nail tip in acetato perché presenta
 una finitura più opaca ed un colore più naturale. L’ABS inoltre è un materiale plastico molto più facile da uniformare e adattarsi alla forma dell’unghia
naturale attraverso la limatura, durante la quale produce anche una quantità minore di calore.

Le nail tips prodotte in acetato presentano, rispetto a quelle in ABS, maggior difficoltà ad aderire bene all’unghia naturale perché
l’acetato è una sostanza con maggior contenuto di olio rispetto all’ABS e non in grado di legare bene chimicamente con le colle adesive.
Si può pertanto verificare che se la nail tip in acetato non aderisce subito bene all’unghia naturale, si arriccia e si solleva staccandosi.
 Un ulteriore svantaggio della nail tip in acetato è il fatto che non ha un colore naturale che si uniforma bene al colore dell’unghia naturale
e non si può sfumare con la limatura, ma si deve usare un prodotto chimico.

Come vengono prodotte le nail tips?

Industrialmente tutte le nail tips in ABS e in acetato vengono prodotte con dei macchinari con stampaggio a iniezione che forzano
la plastica sciolta in appositi stampi, dove il materiale si raffredda molto velocemente (approssimativamente in 10 secondi).
Questi stampi, realizzati in alluminio o in acciaio sono preformati con diverse cavità, che corrispondono alle diverse misure delle nail tips,
in genere le misure corrispondono alle dita delle mani o dei piedi. Le nail tips sono prodotte e commercializzate in 10 misure per adattarsi a
tutte le unghie naturali, indipendentemente dalla larghezza.


Tra i metodi di ricostruzione unghie esistenti quello delle tip è il più semplice e meno impegnativo;
è di breve durata ed è indicato per unghie sane, poichè è sull’unghia naturale che vengono applicate le tip.
Le tip vengono applicate sul 50% dell’unghia naturale e la base delle tip dipende dalla forma delle unghie e dalla loro curvatura.

Le tip sono disponibili in tre colori:


tip di colore naturale: vengono usate spesso come base neutra


tip bianche: per una perfetta French manicure



tip trasparenti: grazie alla trasparenza donano all’unghia l’effetto vetro grazie al quale il decoro acquisisce luminosità



Esistono due scalini quello lungo e quello corto.







Quello corto viene usato per le unghie che hanno già la lunghezza fuori dalla pelle del dito, quelle a scalino lungo per chi ha le unghie più corte che non fuoriescono dall'etsremità del l'unghia. Le tip non vanno usate su unghie mangiate e cortissime perchè non aderiscono e si staccherebbero subito.
Io consiglio di comprare quelle a scalino lungo perchè vanno anche bene in entrambi i casi o caso mai si accorcia lo scalino.

Se state pensando di provare una ricostruzione delle unghie, il metodo delle tip è un buon punto di partenza per vedere se l’effetto vi piace, prima di passare ad una ricostruzione più duratura in gel o acrilico. L’effetto è molto bello e le tip possono essere decorate con petali, glitter o brillantini.




7 commenti:

  1. waw ma che bella spiegazione sulle tip! a me piacciono quelle naturali e quelle trasparenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta che ti è piaciuta la mia spiegazione

      Elimina
    2. Wuao!!!! La tua spiegazione sulle tip é molto approfondita e ......... Dalla tua spiegazione ho capito un Po di più rispetto a quanto sapevo prima. Ma dove si possono comprare le unghie finte a poco prezzo???

      Elimina
  2. Ciao! Grazie per la visita! Mi sono iscritta!
    Complimenti! Io sono imbranata anche a mettermi lo smalto... figuriamoci queste unghie! Anche se prima o poi imparerò! ;)
    Ciao
    Manu
    fimoperlefantasia.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Che prima o poi mi decida a ricostruirmi le unghie,visto la mania che impazza?^_^
    Sembra così facile e semplice!!!!
    Complimenti per il tuo blog e tua followers ^__^
    Clo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta che vuoi provare a ricostruirtele! fammi sapere i risultati!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...